martedì 3 dicembre 2019

Cover Shift 10


Salve incanti, da tanto non scrivevo una post a tema Cover Shift! Oggi ho deciso che era il giorno adatto, sono di fretta e una recensione mi avrebbe portato via un sacco di tempo, quindi ho optato per un post corto ma comunque carino. :) Giovedì invece invece (visto che ho più tempo) scriverò una recensione... lo so è pesante leggere sempre recensioni, ma capitemi sono indietro di un sacco e mi devo portare avanti, comunque cercherò di svariare con i post, vi prometto post più diversi, come tag e collaborazioni, ma ora partiamo con il post, i due libri in questione li ho letti e amati entrambi, ed è stato difficilissimo scegliere la mia cover preferita, ma alla fine ci sono riuscito! :) Buona lettura incanti: :)

"Enchanted di Heather Dixon"


A tema retelling Enchanted si prospetta come una lettura magica e fiabesca, la fiaba a cui si è ispirata l'autrice è le dodici principesse danzanti, favola che adoro un sacco pure. Comunque stavo dicendo che la storia doveva rivelarsi magica e fiabesca, quindi entrambe le cover oltre ad essere bellissime entrambe, sono anche perfette! Ma durante la lettura ho notato anche un pizzico di cupo nella storia, quindi, rullo di tamburi, quella italiana è la più azzeccata! E brava Sperling! XD Mi piace un sacco e la trovo fedele alla storia, bella bella. E voi che ne pensate? :)

"Rebel il deserto in fiamme di Alwyn Hamilton"


Libro, e saga, che ho amato alla follia, diventando una delle mie preferite in assoluto, mi manca da leggere l'ultimo volume e poi dirò addio a questo meraviglioso mondo di sabbia e magia. :( Ma riprendiamo il discorso della cover, qui ho barato un po', perchè quella della giunti è una cover originale ma di un'altra edizione, che io amo e adoro, la trovo stupenda e molto fedele alla storia, MA VOGLIAMO PARLARE DELLA BELLEZZA DELL'ALTRA COVER?! Ho gli occhi a cuoricino solo a vederla la comprerei solo per quello, stupenda mi sono innamorato, per questo round la cover vincitrice è quella originale mi dispiace: fiabesca, magica e che ti fa venire in mente il deserto e nella tua testa ti parte già "il mondoooo è mioooo" di Aladdin, stupenda e voi che ne pensate? meglio l'originale o l'italiana? Ditemelo nei commenti su! :)
  

E voi quale preferite?

giovedì 28 novembre 2019

Recensione "Kerberos in the silver rain" di Lira Aikawa, Berry Star

Salve incanti, vi avevo promesso questa recensione l'altro ieri ma purtroppo non sono riuscito a pubblicarla perchè ho avuto un contrattempo,  ma oggi ho rimediato pubblicandola, si tratta di una serie manga che purtroppo non mi è piaciuta tanto ( non posso fare sempre recensioni belle XD), ma ora ne parliamo meglio. :)


Titolo: Kerberos in the silver rain
Serie: 3 volumi (completa)
Autore: Lira Aikawa, Berry Star
Prezzo: 4,50€ a volume
Editore: Planet Manga







Come il mitologico guardiano infernale a tre teste, la squadra speciale Kerberos ha l’incarico di proteggere una risorsa rara e misteriosa… Ma chi è davvero l’avvenente Sakuya, giovane membro del team? La risposta è avvolta nel mistero di un’anomala pioggia d’argento… 






Azione, Adrenalina, Avventura, Colpi di scena ecc... Sono tutte cose che apprezzo di solito in una storia, se una storia riesce a farmi venire l'ansia in alcune scene allora state sicuri che l'apprezzerò un sacco. Non è stato il caso di Kerberos che mi ha annoiato a morte e l'ho trovato parecchio banale, non so cosa avessero in mente gli autori di preciso ma io ho trovato questi tre volumi particolarmente inutili, magari se la storia avesse continuato sarebbe stato sicuramente meglio ma in tre volumi molte cose non vengono minimamente spiegate ne accennate e alla lettura dell'ultimo volume (Oltre a finire in un modo assurdo e senza senso), lascia il lettore con altre domande! Per non parlare dei personaggi senza carattere e inutili, completamente stereotipati e senza un briciolo d'identità, li vediamo sempre e solamente in azione, non conosciamo altro su di loro, il loro passato, le loro passioni, cosa fanno quando non sono in azione, niente! Per non parlare di alcune scene messe così per allungare il brodo... o per riempire qualche pagina perchè non sapevano cosa metterci. Sono del parere che un fumetto/manga d'azione non è buono semplicemente perchè ci sono combattimenti o mostri, così diventa solamente noioso e banale, per non parlare delle scelte sessiste degli autori, gli uomini tutti rozzi muscolosi e che pensano al sesso, le donne con seni enormi e tutte attillate con un briciolo di forza in confronto agli uomini, sono del parere che una donna bella e forte non debba per forza combattere mezza nuda e non deve avere un seno enorme solo perchè attiri più clientela maschile. Ma infondo oggi come oggi è difficilissimo non trovare manga/anime che non rispecchiano queste caratteristiche e non siano iper stereotipati. Se avete consigli sono ben accetti. XD L'unica cosa positiva e che ho apprezzato di questo manga è lo stille di disegno che mi piace molto, dettagliato e molto bello (le due stelline e mezzo solo per questo). Quindi tirando le somme, perchè non voglio parlare ore e ora di un manga che non se lo merita, quindi più sono corto meglio è, arriviamo alla domanda finale consiglio questa serie o no? No, assolutamente no, non perdete tempo e soldi come me, c'è di meglio di leggere sicuramente! :)

             Valutazione 




Consigli dalla libreria
Se ti è piaciuto questo manga provaTwin Stars Exorcist
Link per poterlo acquistare: QUI
Da sgranocchiare : Dorayaki (ricetta QUI)

lunedì 25 novembre 2019

Recensione "Una lunga notte" di Maurizio de Giovanni e Alessandra D'Antonio

Salve incanti, so che oggi non è martedì ma avevo due minuti di tempo per scrivere questa recensione, e ovviamente domani ci sarà una nuova recensione visto che sono abbastanza indietro e ne devo fare un bel po'! XD Ma partiamo subito con questa recensione, di un libro tutto italiano che mi ha colpito molto. :)




Titolo: Una lunga notte
Autori: Maurizio de Giovanni e Alessandra D'Antonio
Prezzo: 8,00€
Pagine: 112
Pubblicazione: 2017
Editore: Cento Autori






"Adda passà 'a nuttata" diceva il grande Eduardo e, forse, passerà anche per i protagonisti di queste due storie ambientate a Napoli. Maurizio de Giovanni rivive il terremoto dell'Ottanta nelle disavventure della gente comune, tra angoscia, paura e l'immancabile ironia del popolo partenopeo. Un racconto commovente e graffiante, scritto nello stesso stile con cui l'autore ci ha abituati con i romanzi del commissario Ricciardi... Alessandra D'Antonio ci trascina, invece, tra i vicoli della città, dove il sogno di un giovane garzone di bar e il suo amore per il calcio devono fare i conti con l'ombra della criminalità organizzata. La lunga notte passerà per tutti, ma lascerà ricordi e segni indelebili nella vita dei protagonisti.








 Una lunga notte è un libro che è arrivato in un momento della mia vita incasinato, e che sinceramente avrei snobbato in libreria forse perchè ancora i pregiudizi nella mia testa sono troppo forti, non so ma non gli avrei dato nemmeno una chance se non avessi letto la trama. L'ho sempre messo da parte poi un giorno lo presi e lo iniziai a leggere, un po' per curiosità un po' per noia, e fui che dire... l'ho finito in pochissime ore! Stile scorrevole e storia interessante, non me lo sarei mai aspettato, si parla di mafia argomento che mi sta molto a cuore visto che anch'io sono del sud, e no non tutti i siciliani siamo mafiosi anzi il contrario! In questo libro piccino ci vengono contrapposte due storie, ma che hanno in comune la notte e Napoli, città stupenda, niente da dire a riguardo, la prima storia ci fa rivivere il terremoto del 23 novembre, del 1980. Si parla di vite normali spezzate dalla forza della natura, incontrollabile e devastatrice. Perché se la natura è bella e amica alcune volte, altre è maligna e nemica. Si parla di ricordi di morti, di lacrime versate per i propri cari e amici che non la natura ha portato via, una storia che ti colpisce e ti spezza il cuore, e che ti fa riflettere e che ti fa capire quanto sia importante sempre cogliere l'attimo perchè si può perdere tutto in un attimo. La seconda storia invece ha come protagonista un giovane garzone che ha come unico sogno quello di diventare un calciatore famoso, e come il serpente che seduce Eva dicendogli di mangiare la mela, dei criminali seducono questo giovane promettendogli regali e che il suo sogno diventerà realtà ma solo se lui ascolterà loro. Si parla di mafia, di criminalità, di coraggio, di paura e di forza. Perché rischiare di tutto per combattere la criminalità non è facile. Come ho detto due storie diverse ma che lasciano il segno, un segno che è difficile da cancellare, ascoltatemi dategli una chance a questo libro, mettete da parte i pregiudizi. Stile scorrevole e descrittivo al punto giusto, mai risultato pesante e complesso, alcune volte viene usato un linguaggio giovanile che facilità la lettura e rende tutto più vero, ma tirando le somme, Una lunga notte è un libro che sorprende che ti colpisce e ti fa riflettere, che non ti aspetteresti mai fosse così, assolutamente consigliato! :)


               Valutazione 




Consigli dalla libreria
Il luogo adatto per leggerloDi notte sull'aereo di ritorno da Napoli
Voglia di: Una storia che ti faccia riflettere ma allo stesso tempo corta 
Da sgranocchiare : Pizzette rosse (ricetta QUI)

giovedì 21 novembre 2019

Segnalazione di "Piccolo Incubo e Dolce Sogno" di Stefania Siano e Paola Siano


Nuova segnalazione di un libro che sembra bellissimo e dolcissimo, Piccolo Incubo e Dolce Sogno è un libro che regalerei a un bambino che si sta affacciando alla lettura, un libro che ti fa immaginare e sognare (letteralmente!) è un libro pieno di dolcezza e magia che adorerete. :)




Titolo: Piccolo Incubo e Dolce Sogno
Autore: Stefania Siano
Illustratore: Paola Siano
Prezzo: 9,90€
Pagine: 32 a colori
Pubblicazione: 5 Dicembre 2019
Editore: Milena Edizioni












Mattia, un bambino introverso e fantasioso, è tormentato da Piccolo Incubo, che si intromette nel lavoro di Dolce Sogno, e fa vivere a Mattia gli incubi classici che tutti noi abbiamo vissuto almeno una volta nella vita: la caduta nel vuoto, un avvenimento imbarazzante, la perdita dei denti e in ultimo l’aggressione da parte di un animale. Piccolo Incubo e Dolce Sogno riusciranno mai a collaborare, per far vivere a Mattia avventure fatte di luci e di ombre?



Ecco alcuni link utili:
Altri libri della stessa autrice: Dov'è Alice? (Lettere Animate, 2015) Aki il Bakeneko (Self Publishing, 2017) La Maledizione di Solarius (Plesio Editore 2019)





Vi ispira questo libro dolcissimo? A me un sacco! Ringrazio ancora Stefania per pensare al mio blog, ci leggiamo martedì con una recensione. Bye Bye Incanti. :)

martedì 19 novembre 2019

Recensione "Corrosione" di Francesca Bandiera


Salve Incanti oggi è martedì ed eccoci con un nuovo post stavolta è una recensione. :) Sono stato molto combattuto nel farla perchè questo libro una volta finito non sapevo come giudicarlo, per questo ci ho messo tanto a preparare questa recensione, ma ora a mente lucida posso dire che mi è piaciuto è un libro forte che non consiglio a tutti ma che indubbiamente se letto non si può dimenticare... ma ora ne parliamo meglio. :)



Titolo: Corrosione
Autore: Francesca Bandiera 
Prezzo: 2,07€ ebook
Pagine: 49
Pubblicazione: 2017



Editore: Delos Digital











I Divoratori di Anime hanno massacrato l’ennesima vittima a sei chilometri dalla città e il panico si sta sparpagliando fra la gente, di nuovo. I casi ammontano a seicento negli ultimi mesi e sui Divoratori vertono pressoché due teorie: che siano un’organizzazione di serial killer senza volto o gli effetti di una pandemia imminente. Il fenomeno è ormai un problema mondiale e Paride Cafieri, nonostante i dubbi iniziali, dovrà affrontare le conseguenze della loro comparsa. I giornalisti scalpitano sul suo vialetto di casa, i quotidiani diffondono ovunque la tragedia “Cafieri” e perfino Ferrara diventa un luogo inaffidabile. Cosa sono davvero, i Divoratori? Il protagonista è troppo immerso nei vari lutti per preoccuparsene mentre Greta, la fidanzata, tenterà d’assisterlo e fare ricerche in merito. C’è un fattore che pare accumunare le morti: la malattia mentale, e quando sotto le mura Paride s’accorgerà che la sua ombra, attaccata ai suoi piedi, ha la fisionomia di una donna anoressica, la disperazione prenderà il sopravvento. Si può scappare da se stessi?

Corrosione è un libro tutto all'italiana, e proprio per questo ero molto restio a leggerlo, difficilmente questi libri mi riescono a trasmettere qualcosa se non delle leggere emozioni. Ma grazie a una collaborazione con l'autrice sono riuscito a leggerlo e che dire... l'ho trovato molto particolare, mi mancano le parole per definirlo, Corrosione non è un libro semplice è un libro crudo e triste, che ti butta nella faccia la realtà della vita e della sua gemella maligna... la morte! Vi chiederete del perchè di un voto così scarso ebbene sono stato indeciso fino all'ultimo se dargli 4 stelline o 3 stelline e mezzo, alla fine ho optato per 3 stelline e mezzo, ma questo per me non è un voto brutto, mi aspetto tanto dall'autrice in pandemonio (si recensirò anche questo) :) dietro questo voto ci sono aspettative altissime, perchè Francesca a buone probabilità di colpirmi nei punti giusti e diventare una delle mie autrici italiane preferite. Come dicevo prima Corrosione non è un libro per tutti, è un libro che va letto nel momento giusto se no si finirà per odiarlo, è un libro che ha tanto da dire e da insegnare perchè non è facile in 49 pagine parlare: di morte, di depressione, di malattie, di suicidio e di vite spezzate. Sono tutti temi forti che ti fanno venire le lacrime agli occhi che ti fanno gridare dalla rabbia e ti fanno lanciare oggetti, che ti fanno piangere in un angolino, non è facile leggere una storia di una persona che si fa del male con le sue stesse mani e non poterlo aiutare, è troppo straziante! Ma la cosa bella di Corrosione è proprio lo stile della storia, la morte durante il corso del romanzo viene vista come un essere: bello e brutto, affascinante e misterioso, pauroso e confortevole. Questa cosa mi ha colpito molto e l'ho apprezzata tanto, perchè molte volte la morte si pensa che è l'unica soluzione a un dolore indescrivibile e lancinante che non si può placare se no con lo smettere di respirare. Francesca ha uno stile meraviglioso, onirico e descrittivo al punto giusto, è uno stile che col tempo non può fare altro che migliorare. :) Quindi tirando le somme, Corrosione è una storia che colpisce, che ti fa riflettere e ti butta in faccia la realtà dei fatti... ovvero che è possibile vincere contro la malattia e andare avanti, ma allo stesso tempo c'è chi non ce la fa, e va bene comunque.. non è più debole, è solamente umano. :) Aspetto di leggere altri libri dall'autrice ma per adesso questo ve lo consiglio calorosamente, non vi deluderà! :)

                 Valutazione




Consigli dalla libreria
Altri libri dell'autricePandemonio (2019)
Voglia di: Una storia forte e cruda sulla morte e sulla depressione 
Link per poterlo acquistare: Qui

giovedì 14 novembre 2019

Lettori al Cinema... #3


Salve incanti, oggi vi porto il post di martedì che purtroppo non sono riuscito a postare, causa impegni vari, avevo voglia di parlare di quello che ultimamente ho visto, quindi ho ripescato questa rubrica che sinceramente mi mancava un po' :) ma adesso partiamo! :)

Film

ALADDIN: Appena uscito ho aspettato un po' prima di vederlo, non ho fatto come tutti che sono corsi al cinema, e sinceramente l'ho trovato carino più dell'originale, anche se sono legato a quest'ultimo visto che è il mio classico preferito, ho adorato altre cose e ho odiato altre, ma questa non è una recensione quindi passiamo avanti. XD Comunque carino... :)

IL RE LEONE: L'ho amato non c'è che dire, il mio classico preferito per eccellenza trasformato in live action stupendo, ho provato un sacco di emozioni stupende: ho pianto, ho riso, ho provato ansia ecc... Ho amato soprattutto le canzoni! Che dire lo rivedrei mille volte. :)

SPIDERMAN UN NUOVO UNIVERSO: Spider man non è mai stato uno dei miei supereroi preferiti, però in questo film l'ho apprezzato molto, carino e molto originale a parer mio voi l'avete visto? Se sì cosa ne pensate? :)

AQUAMAN: Invece questo film mi ha un po' annoiato, aquaman non mi è mai andato a genio e il film non è stato da meno, mi è piaciuto il mondo e la grafica ma per il resto noia mortale non lo rivedrei. Peccato speravo mi piacesse almeno il film :(

BLACK PANTHER: Ultimo film che ho divorato, Black Panther, mi è piaciuto veramente tanto, un film pieno d'azione e con attori strepitosi, bello e che (in questo periodo pieno d'odio razziale serve eccome), consigliato assolutamente bello e originale. A voi è piaciuto? :)  

Serie TV

BREAKING BAD: Beh che dire ora passiamo alle cose più serie. XD Ho amato un sacco Breaking Bad, tantissimo, una serie tv con i contro fiocchi a mio parere, ho amato la storia, le canzoni, le scene, i protagonisti TUTTO insomma! C'è qualche fan di breking bad qui? :)

STRANGER THINGS: Terza stagione e tante novità, il finale una grandissima delusione, ci sono rimasto malissimo. Questa stagione effettivamente non mi è piaciuta tanto sinceramente, troppo romance e poco stranger things... peccato. :( Ci rifaremo nella prossima stagione dai! :)

CARNIVAL ROW: Carnival Row è stata una scoperta, bellissima e cupa, una serie che unisce un tema pesante come l'immigrazione, la xenofobia e il razzismo con le fate, potevo non amarla? Certo che no! XD Stupenda e cupa assolutamente consigliata. :)

WHEN WE RISE: When we rise è una serie storica che racconta i moti di stonewall, che dire l'ho amata, ho pianto per tutta la serie e mi è entrata subito nel cuore assolutamente consigliata a chi cerca una serie tv che affronti come tematiche l'omofobia e la transfobia. :) Non ve ne pentirete!

DESPERATE HOUSEWIVES: Ed ecco il gran finale con Desperate Housewives, vista insieme a mia madre mi è entrata nel cuore, ho pianto e riso insieme a questo gruppo di casalinghe disperate e il finale mi ha spezzato il cuore ma mi ha fatto anche capire che le persone vanno e vengono e che l'importante e godersi i momenti passati insieme a loro, perchè in futuro non si sa se ci saranno o no. :) Bella e consigliata a chi sta cercando una serie da vedersi il pomeriggio sul divano con una ciotola di pop corn! :)

E quali sono i vostri film e le vostre serie del mese di Ottobre? Fatemelo sapere nei commenti a domani con un nuovo post... Bye Bye Incanti! :)

giovedì 7 novembre 2019

Teaser Tsueday 18

Teaser Tuesdays è ideata da MizB del blog Should Be Reading

Giorno incanti oggi non me la sentivo di fare post importanti, avendo un sacco di impegni e la settimana ancora piena sono stanchissimo, ieri ho fatto l'esame teorico della patente, PROMOSSO ho il foglio rosa finalmente! :) Comunque questi post semplice e carini sono i miei preferite, ma questo già lo sapevate, vi avviso che la pubblicazione ora come ora è martedì e giovedì. se usciranno post durante la settimana è perchè ho tempo libero. :) Ho capito che non riesco a gestire un blog tutti giorni come speravo, quindi mi sono dato degli appuntamenti, spero che piano riuscirò a pubblicare di più. :)

Partecipare è semplice, basta seguire queste regole:
  -Prendi il libro che stai leggendo
 -Aprilo ad una pagina a caso
  -Trascrivine un breve pezzo (No spoiler)
  -Riporta titolo e autore del libro

Enchanted di Heather Dixon


"Si voltò e alla sua sinistra vide un albero di vetro soffiato, tra le cui foglie delicate baluginavano decorazioni d'argento: erano prugne di vetro scintillante. Azalea ne toccò una e muovendola ne vide brillare i contorni. Nastri argentati ricamati di perle erano intrecciati ai rami."

A presto con un nuovo post incanti!

martedì 5 novembre 2019

Recensione "Shatter Me" di Tahereh Mafi

Ritorno con le recensioni e con un nuovo post incanti, il libro in questione è il primo di una saga che non mi aspettavo mi sarebbe piaciuta così tanto. Ho già in casa il terzo volume e mi manca solo il secondo che è esaurito ovunque. Prima o poi spero di trovarlo, anche perchè questo primo volume mi è piaciuto un sacco! Come inizio saga non è male ma ve ne parlo meglio nel dettaglio. :) 



Titolo: Shatter Me
Autore: Tahereh Mafi 
Prezzo: 16,00€
Pagine: 912
Pubblicazione: 2016



Editore: Rizzoli













264 giorni chiusa in una cella, senza contatti con il mondo, perché Juliette ha un potere terribile: se tocca una persona può ucciderla. A tenerla prigioniera è la Restaurazione, un gruppo militare che intende usarla come arma. Scappare è impensabile, finché nella cella di Juliette entra Adam, un soldato semplice che scopre di essere immune al suo tocco. Il loro incontro è la scintilla che accende una speranza, la chiave che potrebbe aprire mille porte. Perché la vita li chiama, oltre i muri della prigione. Già pubblicato da Rizzoli con il titolo "Schegge di me".




Con i primi volumi delle saghe è sempre un rischio, perchè possono rivelarsi bellissime e ci motivano a continuare una saga che poi si rivela una schifezza o viceversa, volumi schifosi che non ci fanno continuare una saga che magari dal secondo in poi avremmo amato. Per questo tendo a valutare sempre i primi volumi con le pinze, e soprattutto con occhio critico. E devo dire che Shatter me non mi ha deluso, non è un libro che presenta scene particolarmente romantiche, anzi sono poche e niente, qui prevale: l'azione, il combattimento, la suspense. Juliette è una protagonista particolare per la sua caratterizzazione, a tratti può risultare antipatica e troppo pessimista, invece in altri punti la ami e non puoi fare a meno di provare tenerezza per lei. Sostanzialmente è un personaggio che si ama o si odia, come del resto un po' tutti i personaggi di questa serie, ma tralasciando i personaggi e lo stile, descrittivo e scorrevole così da rendere la lettura veloce e intensa, quello di cui voglio parlare realmente in Shatter me, è il messaggio che l'autrice cerca di mandarci o quanto meno io ho percepito, il tema che secondo me vuole affrontare è il fare del male alle altre persone senza volerlo. Molte volte ci è capitato di dire o di sentire "con il mio carattere spesso ferisco le persone" e se non fosse inconsciamente il nostro carattere ma le nostre mani a farlo, ed ecco che siamo diventati una seconda Juliette, una ragazza triste e timida che non ha mai desiderato avere questo potere, ma che alla fine, almeno nel primo volume, non può cambiare. Così come il nostro carattere, che secondo me non si può cambiare, ma al massimo modificare o nascondere. Shatter è un inizio abbastanza buono, che regala momenti di fiato sospeso ad altri di pura adrenalina, è un romanzo che vi farà tornare adolescenti e che vi piacerà, per non parlare delle copertine che trovo veramente bellissime e molto significate, Shatter me è un libro che vi consiglio di leggere, quanto meno di provarci, perchè sono sicuro che non vi deluderà. :) 

              Valutazione




Consigli dalla libreria
Il luogo e il momento più adatto per leggerlo: Da solo a casa circondato dal silenzio
Se ti è piaciuto questo libro leggi: The Program (2015)
Dove poterlo acquistare: Qui

martedì 29 ottobre 2019

TAG - Primavera tra le pagine


Giorno Incanti ritorno sul blog dopo mesi di assenza, spero di essere più presente, non vi voglio promettere niente perchè so che poi non la potrò mantenere ma lo spero. Oggi vi porto un tag a tema primavera, qui da me sembra inverno altro che primavera, pioggia e anche neve... questo tempo mi rilassa sempre però ora mi sta leggermente stufando. Scusate anche l'assenza... ma ho appena finito l'alternanza, e ho avuto tanti impegni anche dopo, vi volevo anche avvisare che domani uscirà una recensione molto positiva. :) Ma ora partiamo...

1. Il generale Inverno sta per andarsene:
quale libro di quest'inverno ti è rimasto impresso?

Uno dei tanti libri che mi è rimasto impresso questo inverno è Shatter Me, da poco volevo completare la saga ma non ci sto riuscendo visto che il secondo è introvabile. Spero di trovarlo prima o poi, anche perchè già ho il terzo. Shatter Me è un libro che non credevo mi potesse piacere invece è stato una rivelazione. Bello e avventuroso. :)

2. Inizia la stagione dei vestiti a cipolla e del foularino in borsetta:

quale libro ti sei portato dietro per praticità?

La freccia nera, dovrebbe essere una collaborazione ma purtroppo sono in un blocco del lettore pesantissimo... spero veramente di sbloccarmi perchè sinceramente ho voglia di leggere, poi mi stava anche piacendo come libro. :( Incrociate le dita per me...

3. Rose, viole e lillà: un libro dalla copertina fiorita

Mi è subito venuto in mente Il linguaggio segreto dei fiori, come sapete io ho amato alla follia questo libro, uno dei pochi libri che sento miei... e che ho riletto 3 volte e non mi stancherei di rileggere. :) Non vi so spiegare il perchè, ci sono certe emozioni e sensazioni che non si possono scrivere. :)


4. La rinascita della natura: Un libro che parla di natura e piante


La bambina di Sormano, bello e pieno di natura e piante, della magia della natura e delle stagioni. Un libro che ho trovato veramente carino e rilassante. Lo consiglio assolutamente. :)


5. Etciù: A quale tema, tropo o espediente letterario sei allergico?

 
Romanzi rosa e d'amore, sono la mia spina nel fianco, non li riesco a reggere la maggior parte delle volte, li trovo tutti uguali, sia per trama che per copertine. XD Anche se qualche volta mi piace leggerne qualcuno in particolare, anche per svagarmi, ma la maggior parte NO. :)
 
6. Pioggia a catinelle: un libro che ti ha fatto piangere.
Ho da poco iniziato questa serie manga stupenda perchè con i soli primi tre volumi ha fatto breccia nel mio cuore. Una storia toccante e stupenda che consiglio a tutti, sta diventando parte di me piano piano, non vedo l'ora di parlarvene.


 7. Pesce d'aprile! Un libro che ti ha colto di sorpresa
o ti ha dato una bella fregatura!


Ho sempre pensato che non si dovesse giudicare un libro dalla copertina, e sono ancora dell'idea che sia vera come cosa, ma questa volta me lo sentivo, solo dalla copertina che questa storia non mi avrebbe colpito, ed è stato proprio così, non l'ho odiata ma non mi ha trasmesso niente se no confusione. Non è una storia particolare... ma ve ne parlerò meglio in una recensione. :)
 

8. 21 Marzo: ci siamo! Cosa non vedi l'ora di leggere questa primavera?

Spero di poterlo leggere subito. La corte di rose e spine (Acotar in inglese) è un libro che aspettavo da un bel po'. La copertina poi mi piace un sacco. E prima o poi lo prenderò anche perchè hanno tradotto tutta la serie quindi non ho motivo per non iniziarla. :)
 
9. Gita fuori porta: in quale libro ti piacerebbe fare una bella gita?

Sicuramente Book Jumpers, un libro che secondo me merita tantissimo, un inno a chi ama la lettura a mio parere, chi non vorrebbe fare una gita in un mondo in cui puoi incontrare i personaggi dei tuoi libri preferiti? Io sicuramente si! Mi immagino già a Hogwarts insieme a Hermione a mangiare le cioccorane oppure insieme al piccolo principe a girare per lo spazio. Sarebbe bellissimo! E voi in che libro vorreste entrare? :) 

10. tag time! Tocca a voi:
Non taggo a nessuno in particolare, ognuno è libero di farlo se non l'ha ancora fatto. :)

E VOI CHE LIBRI AVRESTE SCELTO?! FATEMELO SAPERE NEI COMMENTI, A DOMANI CON UN NUOVO POST! (FORSE XD) BYE BYE INCANTI. :)