martedì 6 giugno 2017

Conosciamo i personaggi dei libri... #17

Scusate per ,l'imperdonabile, ritardo ma attualmente sono poco attivo, a causa della scuola scusate nuovamente. :(

Oggi vi voglio, far conoscere questa nuovissima rubrica. Ideata da me e dalla dolcissima Cristina, del blog IlmondodiCry l'idea è stata di entrambi, è la rubrica consiste, di far conoscere un determinato personaggio. Che amiamo di un determinato, Fandom (cartoni,serie tv, film, libri ,anime ecc..) oggi il tema è un personaggio veramente esistito (lo vorremmo riproporre per un bel po'). *O* Il precedente tema era Frozen. Vi lascio QUI il mio post  su Elsa , se lo volete vedere o se vi è sfuggito :) ma ora iniziamo, con il post. :)                                                    

Cleopatra

Vita: Cleopatra, nata presumibilmente ad Alessandria d'Egitto, era figlia del faraone. Tolomeo  e probabilmente di una concubina. Nulla di certo si sa sulla madre di Cleopatra, ma era probabilmente membro della famiglia sacerdotale egizia di Ptah, con ascendenze sia egizie che macedoni. Cleopatra apparteneva all'antica famiglia dei Tolomei ed era quindi discendente del diadoco Tolomeo , fondatore della dinastia e amico d'infanzia di Alessandro Magno. Grazie a matrimoni dinastici era imparentata anche con molti membri della dinastia seleucideCleopatra nacque nel 69 a.C. e negli anni seguenti, dal 68 a.C. al 59 a.C., vennero al mondo la sorellastra Arsinoe e i fratellastri Tolomeo XIII e Tolomeo XIV. Nell'estate del 58 a.C., però, Tolomeo fu costretto a lasciare l'Egitto per due motivi: uno era la crescente crisi economica del regno e l'altro era il mancato impegno nel proteggere l'isola di Cipro contro l'invasione romana; infatti quello stesso anno l'esercito romano guidato da Marco Porcio Catone aveva strappato l'isola al fratellastro di Tolomeo, Tolomeo di Cipro, e questi si era ucciso per non essere catturato. Dopo che Tolomeo tornò in Egitto, si presentò il problema della successione: la maggiore dei suoi figli era Cleopatra, ma per evitare problemi legati al fatto che fosse donna, Tolomeo decise di nominarla co-erede insieme al figlio maggiore, Tolomeo XIII, chiedendo che il popolo romano facesse  da guardiano ai due ragazzi. I due ragazzi ricevettero l'appellativo di "nuovi dei" e "fratelli amanti"; inoltre in quello stesso periodo Cleopatra fu associata al trono insieme al padre, assicurando una successione migliore essendo il figlio maschio ancora un bambino. Tolomeo si rifugiò quindi a Roma e Cleopatra lo seguì. In Egitto, intanto, gli Alessandrini elevarono al potere la moglie di Tolomeo, Cleopatra Trifena, e la figlia maggiore, Berenice; Trifena, però, morì poco dopo e la figlia di Tolomeo si ritrovò come unica monarca del regno.Berenice si sposò quindi con il principe seleucide Seleuco, che morì poco dopo, si dice avvelenato dalla moglie per la sua incapacità di governare, e la principessa si sposò nuovamente, questa volta con Archelao, un sacerdote. Tolomeo chiese quindi aiuto ai Romani e questi, per rimetterlo sul trono, inviarono Gabinio, al quale fu anche promessa una ricompensa di diecimila talenti da Tolomeo; Gabinio arrivò in Egitto e catturò subito Archelao ma, pensando che avrebbe guadagnato poco denaro vincendo velocemente, lo rilasciò dichiarando che era fuggito. Alla fine Gabinio riuscì a sconfiggere e uccidere Archelao e Berenice fu condannata a morte da suo stesso padre, che tornò in Egitto insieme a Cleopatra. In quegli anni Cleopatra vide per la prima volta Marco Antonio, un giovane nobile romano, a quel tempo al servizio di Gabinio come comandante di cavalleria e con il quale ebbe da adulta una importante relazione sentimentale. Tolomeo XII morì nella primavera. e Cleopatra successe al padre insieme al fratello di dieci anni Tolomeo XIII, sposato secondo le leggi egizie. Tolomeo, insieme con il consigliere nonché suo grandissimo amico Potino, che era stato nominato reggente del giovane faraone, tentò di deporre Cleopatra e di costringerla a lasciare Alessandria. La regina radunò un esercito ed ebbe inizio una guerra civile. La situazione si complicò quando l'altra loro sorella, Arsinoe IV, cominciò ad avanzare pretese sul trono. Cesare convocò alla reggia Tolomeo e Cleopatra. Cleopatra temeva di cader vittima di un agguato del fratello tornando al palazzo, così ricorse a uno stratagemma. Si fece avvolgere da un suo fedele amico, Apollodoro, in un grande tappeto legato con una cinghia. Apollodoro poi si presentò a Palazzo con il lungo involto sulle spalle e dicendo di dover consegnare un dono a Cesare arrivò fino agli appartamenti del console. Qui al suo cospetto srotolò il tappeto e fu così che gli comparve davanti Cleopatra. La regina indossava gli abiti più sontuosi e succinti, i gioielli più pregiati e gli chiese protezione dal fratello. Le fonti narrano che l'effetto fu irresistibile e che i due divennero amanti quella notte stessa. In quel momento lo sconfitto generale romano Pompeo arrivò in Egitto cercando rifugio dal rivale Giulio Cesare. Inizialmente Tolomeo e Potino finsero di accettare la sua richiesta, ma il 29 settembre Potino fece uccidere Pompeo, nella speranza di ingraziarsi il favore di Cesare. Quando questi arrivò, Tolomeo gli offrì la testa del rivale, provocando la reazione di Cesare, che si scatenò in un'ira tremenda, perché, pur essendo suo nemico, Pompeo era pur sempre un membro senatorio romano e ciò stava a significare uno del suo popolo: nessun suo concittadino doveva essere ucciso senza il consenso di Giulio Cesare, così fece giustiziare Potino e iniziò a sistemare la confusa situazione egiziana, in qualità di rappresentante ufficiale di Roma. Cesare organizzò il ritorno ufficiale della regina e la fece sposare con il fratello. Tolomeo, ancora determinato a deporre Cleopatra, si alleò con la sorella Arsinoe e insieme organizzarono un esercito, che nel 48 si scontrò nella città di Alessandria con quello di Cesare e Cleopatra. La battaglia causò molti danni agli edifici della città, compresa la Biblioteca di Alessandria, che fu danneggiata da un incendio, perdendosi tra le fiamme moltissimi manoscritti d'inestimabile valore. Le legioni romane subirono una pesante sconfitta e lo stesso Cesare, per salvarsi da morte sicura, fu costretto a fuggire gettandosi in mare. L'arrivo di rinforzi da Pergamo nel 47 offrì la vittoria a Cesare e Cleopatra. Arsinoe e Tolomeo furono costretti a lasciare la città. Cleopatra, rimasta unica sovrana dell'Egitto, nominò co-reggente il fratello più giovane Tolomeo. L'Egitto rimase formalmente indipendente, anche se tre legioni romane furono fatte stanziare allo scopo di mantenere l'ordine pubblico. Il soggiorno a Roma e Marco AntonioLa relazione tra Cesare e Cleopatra, dalla quale nacque un figlio, Cesarione, aveva per entrambi scopi politici: il dittatore romano doveva assicurarsi il controllo dell'Egitto, importante per le sue risorse finanziarie, mentre Cleopatra sperava con essa di ottenere per il paese una posizione di privilegio all'interno dell'imperoMarco Antonio, uno dei triumviri che governavano Roma in seguito al vuoto di potere conseguente la morte di Cesare, chiese a Cleopatra di incontrarlo a Tarso per verificarne la lealtà. Antonio poi la seguì ad Alessandria, dove rimase fino all'anno successivo. Nel 30 a.C., dopo il suicidio di Antonio per non essere torturato e fatto prigioniero da Ottaviano, Cleopatra si rinchiuse nel mausoleo dei Tolomei e, secondo la versione classica di Plutarco, si uccise facendosi mordere da un'aspide.

Cleopatra per me è sempre stata un' icona da seguire, lei ha dato tutta se stessa per il suo popolo, molti la consideravano una poco di buono. Ma lei non si scoraggia va avanti, per la sua strada e vince pure. Ha fatto anche capire al mondo la potenza del genere femminile, Cleopatra secondo me è una di quelle icone che tutti dovrebbero seguire: autoritaria, non si faceva mettere i piedi in testa,  bella e anche elegante. La perfezione in parole povere, adoro il suo personaggio è uno di quei pochi personaggi che mi da un senso di magia e di mistero, nella storia. Mi sono documentato molto sulla vita di Cleopatra, e ogni volta la trovo sempre piu affascinante...


Secondo. me Cleopatra non è stata capita. Molti la definiscono una donna facile, io vedo molto di più in lei vedo una donna forte, che in un periodo in cui le donne non potevano essere faraoni, non si è fermata e cambio ,anche se in piccolo, il mondo. Dobbiamo tanto a lei, e sono orgoglioso di essere femminista. Perchè leggendo storie come Cleopatra, e sentendo i commenti che gli dedicano (ignorati e maleducati!) capisco perché lo sono, per rendere il mondo un posto con meno pregiudizi e più libero. :) 

Cosa ne penso del personaggio scelto da Cry:
Cry ha scelto Il re sole, che io non sapevo nemmeno chi fosse... XD mi sono andato a documentare, e non mi ha trasmesso niente. Quindi per me risulta insignificante, non mi piace neanche d'aspetto se è per questo, però se volte sapere di piu su di lui, andate nel blog di Cry.




Il post è finito. A domani, e mi raccomando fatemi sapere che ne pensate di questa rubrica. Vi piace? Avete qualche richiesta in particolare? Vi piace Cleopatra? Qual'è la vostra eroina storica? Voglio tanti commenti. Con questa strepitosa rubrica, ci vediamo presto con un  nuovo personaggio di un'altro Fandom. :) 

Nessun commento:

Posta un commento